Come stracciare le bollette in pochi semplici passi, senza metterti in casa un impianto che non si ripagherà mai, anche se sei già stato assalito dagli odiosi avvoltoi del fotovoltaico

Ho deciso di scrivere questo articolo perché, dopo più di 500 clienti serviti, ne ho viste veramente di tutti i colori nel mondo delle energie rinnovabili e del fotovoltaico.
Anch’io, in passato, ho provato ad abbattere i costi della mia bolletta che aumentavano di anno in anno.

Ci ho sbattuto la testa, ho combattuto e mi sono preso le mie batoste da tutti quegli avvoltoi che, nell’ultimo decennio, hanno cercato di piazzare pannelli fotovoltaici ovunque.

È anche per questo che conosco benissimo i miei “avvoltoi” e ritengo che le informazioni di cui ti parlerò in questo articolo potranno evitarti di essere assalito e spennato vivo.
Pensa un secondo a questa situazione.

Il tuo vicino mette i pannelli fotovoltaici. Sei incuriosito, ma aspetti, perché vuoi vedere come vanno.

E quindi ti informi, gli chiedi informazioni e scopri che paga ancora una bolletta molto salata, che i pannelli funzionano, ma solo quando c’è un certo sole e che si ripagherà l’impianto quando probabilmente sarà già con un piede nella fossa.

Davanti a tutto ciò, è normale che il primo avvoltoio commerciale che arriva tu lo prenda a male parole.

Certo, puoi continuare a pagare le tue bollette sempre più salate, ma c’è anche un gran numero di validi tecnici che sanno consigliarti la soluzione migliore per te, senza venderti a tutti i costi una montagna di pannelli.

Ma perché portarsi a casa un impianto adatto alle proprie esigenze e in grado di stracciare le bollette che stai pagando sembra impossibile per il 90% delle persone?

Se investi per produrre l’energia che ti serve in maniera autonoma, riuscendo così a stracciare le bollette, qualunque siano le dimensioni della tua casa o il luogo dove abiti, lo scopo è uno solo:

Evitare di regalare soldi al fornitore di turno per ogni singolo watt che consumi e averne di più per le cose che ami fare o desideri comprare per te e per le persone che hai intorno.

Per fare questo, potresti chiedere un aiuto a qualche venditore di pannelli fotovoltaici, che cerca di venderti la sua proposta come la soluzione definitiva per bruciare le bollette e produrti l’energia da solo.

In realtà ti sta vendendo una soluzione parziale al solo scopo di guadagnare il più possibile come provvigione.

Devi sapere, infatti, che per posizionare dei pannelli fotovoltaici con successo, bisogna adottare alcuni accorgimenti, che solo con un buon occhio, un attento percorso di formazione e un sopralluogo specifico, si possono mettere in atto.

Non sai quanti “calcoli” ho visto fare comodamente seduti in ufficio o quanti venditori sono stati mandati a fregarti, dopo un mirabolante corso di ben un paio d’ore!

Voglio svelarti un altro segreto riguardo al funzionamento dei pannelli fotovoltaici:

I normali pannelli fotovoltaici, quelli che ormai sono diffusi e presenti in molti luoghi, funzionano solo ed esclusivamente quando c’è un certo tipo di luce.

Ovviamente la notte non catturano nulla, ma tranquillo: se progettati con un minimo di cervello, avrai raccolto abbastanza energia di giorno per stare più che tranquillo fino al mattino.

Il problema è che Madre Natura ha deciso di darci l’estate e il sole, ma anche l’inverno che, se non sei nel sud Italia, significa nebbia e luce piatta.

Ecco, questa luce, sui normali pannelli scivola via veloce come se fosse su una buccia di banana.

Capisci che, con tanti mesi di luce piatta, soffusa, nebbiolina e giornate grigie, il tuo impianto cattura molto meno di quello che potrebbe fare se invece potesse tenersi stretta un po’ di questa luce piatta.

E non stiamo parlando di qualcosina, ma di un 15-20% in più, in pratica come se al posto di 12 mesi il tuo anno ne avesse 13 o 14.

Quindi, scegliere un impianto fotovoltaico che ti propone il primo commerciale di turno è realmente un suicidio, perché:

  1. Ti porti in casa un impianto fatto da un commerciale e non da un tecnico, che più è grande e più lui ci guadagna, senza considerare se è adatto a te, se puoi permetterti e se è giusto fare ora quell’investimento o se si ripagherà davvero;
  1. Rischi seriamente di non tagliare la bolletta, ma di andare a pagare di più, se non addirittura essere truffato, ovviamente senza riuscire poi a rintracciare il fantomatico venditore;
  1. Investi in una tecnologia già datata e ti lasci sfuggire un sacco di energia praticamente gratuita, quando le possibilità di fare un impianto moderno ci sono e ti permetterebbero di coprire l’investimento in meno tempo;
  1. Se, malauguratamente, dovesse succedere qualcosa o ti dovesse servire un’informazione in più, dovrai pregare che la sappia il commerciale, altrimenti ti toccherà la trafila e lo scarica barile tra mille figure differenti e un sacco di tempo perso inutilmente.

Certo è che sul mercato non hai molte scelte.

Gli avvoltoi commerciali sono sempre sul piede di guerra, le nuove reclute vengono mandate al massacro e cercano in tutti i modi di far numero.

E, se cerchi di fuggire, rimani sempre e comunque impantanato nelle sabbie mobili delle bollette sempre più care e di cui non puoi capire assolutamente nulla per risparmiare un po’.

Sai, però, qual è il vero problema?

Brucerai letteralmente in bollette molti più soldi di quelli che potresti spendere e ne avrai meno per fare ciò che ti piace, per comprare quella cosa che desideri, quel viaggio per te o per chi ti è accanto

Facciamo qualche esempio:

Pensa a tua moglie o ai tuoi figli che ti chiedono un regalo, un giocattolo o di andare a quell’evento e tu non puoi accontentarli, perché devi tenere a regime militare i conti.

Sei costretto a dire di no a tuo figlio che ti dice “Ma ci vanno tutti, papà!”. E tua moglie? Sei sicuro che non troverà occasione per rinfacciarti la cosa?

E pensa come ti sentiresti, vedendo che i tuoi amici possono permettersi quell’uscita o quello sfizio in più, mentre tu invece hai la bolletta così alta che non ti permette di fare nessuna spesa extra.

Però, se vuoi, puoi accedere a una soluzione:

Oggi esiste un’azienda: Fotodinamico, specializzata nelle fonti rinnovabili, in grado di progettare un impianto di pannelli Fotodinamico, adatti alle tue esigenze e che cattura anche la luce nella nebbia!

Hai capito bene. A differenza del fotovoltaico normale, il Fotodinamico permette di catturare anche quella luce piatta di cui ti parlavo prima.

Ti ricordi quel 15-20% in più? Ecco, se fossero soldi, cosa potresti fare con quella cifra?

Ovviamente, i pannelli non vanno messi a caso ma serve un tecnico specializzato che conosca le tue esigenze e le caratteristiche della tua abitazione, per darti la miglior soluzione possibile.

Per esempio: se non hai almeno 30 mq di tetto di proprietà non perdere neanche tempo, il gioco non vale la candela, in primis per te.

Come sapere se puoi installare il fotodinamico?

Ho deciso di dare solo a te, che leggi questo articolo, un buono.

Ti permette di avere uno sconto del 40% da utilizzare per il sopralluogo di un tecnico autorizzato Fotodinamico.

In pratica, al posto di 60€, lo paghi 39€ e saprai subito se e come poter installare il Fotodinamico e stracciare la tua bolletta energetica.

==> Clicca qui per avere lo SCONTO DEL 40% SUL SOPRALLUOGO TECNICO SPECIALISTICO

 

A presto,

 

Luca Figarini