Come risparmiare immediatamente sulla bolletta elettrica, senza dover rinunciare ai comfort della tua abitazione, anche se hai già provato a cambiare gestore energetico, installare il Led o a rivolgerti ad un’azienda fotovoltaica.

Ho deciso di scrivere questo articolo perché, lavorando nel settore da anni e avendo fatto delle ricerche io stesso, ho capito qual’è il problema principale di non riuscire a ridurre i costi dell’energia elettrica.

Come te, anche io ho una casa che comporta delle spese e ritengo che le informazioni di cui ti parlerò in questo articolo potranno farti aprire gli occhi su come evitare di continuare a pagare una bolletta elettrica troppo salata.

Pensa un secondo a questa situazione.

Immagina di avere una macchina degli anni ‘70 a benzina con cui tutti i giorni devi fare lunghi spostamenti per andare a lavoro.

Questo nel lungo periodo ti sta facendo spendere tanti soldi in carburante e nella manutenzione della macchina stessa. Per risparmiare benzina vai più piano e limiti la circolazione rinunciando a spostamenti nel tuo tempo libero.

Nonostante questi accorgimenti, i consumi di benzina sono praticamente identici e non riesci ad ottenere nessun vero risparmio. Per di più ti si aggiunge la frustrazione di non poter usare la macchina per godere al meglio del tuo tempo libero.

Questi piccoli accorgimenti, purtroppo, ti danno solo l’illusione del risparmio, ma per ottenere un importante riduzione dei costi è necessario fare un cambio netto con il passato, come ad esempio comprare una nuova auto più performante e che garantisca veramente un forte risparmio sui consumi.

E la stessa cosa vale per la situazione della tua casa, dove anche qui limitare i consumi solo con degli accorgimenti non ti farà ottenere il risparmio che hai sempre desiderato.

Ma perché ottenere un vero e importante risparmio in bolletta sembra impossibile per il 90% delle persone?


Se investi per per ridurre il costo della bolletta elettrica, qualunque sia la dimensione della tua casa ed i consumi elettrici che essa comporta, lo scopo è uno solo:

Avere più denaro per te e per la tua famiglia, magari per fare quel viaggio che desideri fare da tempo o perché finalmente potrai permetterti di comprare qualcosa in più, come ad esempio l’auto!

Per fare questo ti affidi ad aziende che ti propongono di cambiare operatore energetico, ad installazioni di lampade a LED oppure ad aziende fotovoltaiche non specializzate che cercano di venderti come la soluzione definitiva per risparmiare sulla bolletta elettrica, quando invece tutte queste scelte non sono per niente determinanti, perché:

  1. Cambiare gestore energetico, molto spesso, non porta nessun beneficio in termini di risparmio, in quanto le tariffe più vantaggiose inizialmente offerte vengono applicate solo per il primo anno di contratto, per poi aumentare; il cliente si ritroverà a pagare di nuovo una bolletta più cara, ed in alcuni casi più alta rispetto a quella che aveva prima del cambio gestore;
  2. L’installazione del LED, invece, porta ad un risparmio in bolletta, ma minimo e quasi impercettibile, che non coprirà l’investimento fatto per l’acquisto delle lampade; di conseguenza il tempo di rientro dell’investimento sarà nel lungo periodo (+ 10 anni).
  3. Rivolgersi ad un’azienda fotovoltaica non specializzata è molto rischioso, in quanto si corre il rischio di ritrovarsi con un impianto sovradimensionato e quindi costi più alti e tempi di rientro più lunghi, ma anche con dei componenti (soprattutto pannelli ed inverter) di scarsa qualità e senza una garanzia scritta della produttività dell’impianto.

Voglio svelarti qualche segreto riguardo al dimensionamento dell’impianto:


Avere un impianto non calzato sui propri consumi, significa correre il rischio di un sovradimensionamento, ossia avere un impianto più grande del necessario, pagandolo quindi di più e facendo allungare il tempo di rientro dell’investimento.

Per il corretto dimensionamento di un impianto è necessario fare un’analisi attenta e precisa dei consumi del cliente. Solo studiano le sue abitudini di consumo nelle tre fasce elettriche di fatturazione (F1, F2 ed F3) sarà possibile calzare l’impianto in modo di massimizzare il risparmio.

Come nel caso del caso del sig. Bianchi, che ha comprato un impianto fotovoltaico da 6 kw per la sua abitazione. Il cliente, vivendo soltanto insieme alla moglie, aveva dei consumi abbastanza contenuti e la taglia dell’impianto che massimizzava l’autoconsumo sarebbe stata un 3 kw. Il risultato è che il cliente ha speso circa 3.000 euro in più rispetto al necessario.

Quindi, scegliere un impianto senza un’analisi attenta delle abitudini di consumo è realmente un suicidio, perché comporta:

  1. Maggiori spese per l’acquisto di un impianto più grande del necessario;
  2. Tempi di rientro dell’investimento più lunghi.

|SCOPRI SUBITO IL TUO RISPARMIO IN BOLLETTA|

Voglio svelarti un altro Segreto sui Componenti dell’impianto:

Il cuore di un impianto fotovoltaico è dato dai suoi componenti, che sono soprattutto i moduli e l’inverter; basta infatti il malfunzionamento dell’inverter o di un solo modulo per far bloccare l’impianto. Da questo ne deriva che è fondamentale scegliere componenti sicuri ed affidabili, come la maggior parte di quelli prodotti in EU, che, oltre a fornire una lunga garanzia, hanno dei centri di assistenza in Italia, che danno immediato supporto tecnico in caso di problemi.

Scegliere prodotti più economici significa il più delle volte scegliere componenti cinesi e di scarsa qualità, che rendono un impianto meno performante e quindi determinano un risparmio in bolletta inferiore a quello previsto. Inoltre, si hanno maggiori probabilità di andare incontro a guasti senza la possibilità di avere assistenza, in quanto le aziende produttrici sono fallite oppure non hanno centri di assistenza in Italia.

Quindi, scegliere componenti a basso costo e di provenienza non europea è un altro vero suicidio, perché comporta:

  1. Maggiori probabilità di guasti;
  2. Minor produzione di energia dell’impianto;
  3. Minor risparmio in bolletta;
  4. Scarsa assistenza post vendita.

|SCOPRI SUBITO IL TUO RISPARMIO IN BOLLETTA|

Infine, voglio svelarti l’ultimo segreto riguardo alla Garanzia di produttività:


Non avere una previsione e una garanzia sulla produttività dell’impianto, significa non sapere quanta energia sarà possibile utilizzare per alimentare la propria abitazione e quanta invece sarà destinata alla rete Enel.

Di conseguenza, non sarà possibile sapere se il l’impianto sta funzionando in modo ottimale o meno e, quindi, se dovesse avere qualche problema. A questo si aggiunge l’impossibilità di determinare il risparmio che si potrà ottenere sulla bolletta e quindi il rientro dell’investimento.

Tutto ciò si traduce per il cliente in una sensazione di ansia e preoccupazione, non avendo nessun documento o garanzia per verificare l’andamento del suo investimento.

Questo è successo al sig. Saggio, che dopo qualche mese dall’installazione del suo impianto fotovoltaico, si è visto recapitare una bolletta abbastanza alta, quasi uguale a quelle che riceveva prima del fotovoltaico. Ha dovuto chiamare l’azienda installatrice che in seguito ad un controllo si è accorta che mancava un collegamento di una stringa dei moduli, che aveva fatto perdere al cliente 2 mesi di energia. Se il cliente avesse avuto un documento con la garanzia e la previsione della produttività, paragonandola all’energia prodotta rilevabile sull’inverter o sul contatore, il problema lo si poteva risolvere nel giro di qualche giorno.

Quindi, scegliere impianto fotovoltaico senza una garanzia scritta dei risultati conseguibili è realmente un suicidio, perché:

  1. Impossibilità di sapere se l’impianto sta producendo in modo ottimale;
  2. Incertezza sul risparmio ottenibile;
  3. Tempi di rientro dell’investimento non quantificabili.

|SCOPRI SUBITO IL TUO RISPARMIO IN BOLLETTA|

Sulla base di queste considerazioni, quindi, risulta veramente complicato e difficile installare un impianto fotovoltaico, in quanto è quasi impossibile trovare un’azienda che non abbia i punti deboli sopra descritti. C’è l’azienda che ha prezzi vantaggiosi, ma offre prodotti di scarsa qualità, quella che offre i prodotti top del mercato, ma non ti fornisce una garanzia scritta dei risultati e c’è chi vende impianti più grandi del necessario sfruttando “l’ignoranza” del cliente in materia.

Sai, però, qual è il vero problema?

Che tutto questo di porta a rimanere nella situazione attuale, ossia a continuare a pagare bollette elettriche troppo alte e avere meno soldi per te e la tua famiglia!


Decidere quindi di non installare un impianto fotovoltaico, significa non poter fare quel viaggio che desideri da tempo, non poter mettere da parte i soldi per l’università di tuo figlio, di stare continuamente attento alle spese impreviste, ecc…  

Per fortuna, da oggi esiste un’azienda che offre un risparmio garantito in bolletta fino all’80%.

Fare un’analisi attenta delle abitudini di consumo verificabili sulla bollette elettrica (divise in fasce) e verificando la superficie a disposizione per l’installazione dell’impianto, propone un impianto “calzato” sul cliente, ossia un impianto adattato alle necessità energetiche del cliente e che consente di massimizzare il risparmio, senza correre il rischio di un sovradimensionamento.

Oltre a questo, l’azienda certifica il rientro dell’investimento sia sotto il profilo della produttività dell’impianto sia sotto il profilo del risparmio, aggiungendo anche una polizza all risk, illustrando anche i benefici fiscali ottenibili e lo smaltimento dei moduli a fine vita dell’impianto.

Naturalmente, per offrire questa garanzie, l’azienda fornisce componenti esclusivamente europei, con garanzie di prodotto superiori alla media (12 anni sui moduli, 5/7/12 anni sugli inverter, 10 anni sui sistemi di accumulo), che hanno centri di assistenza dislocati in tutta Italia e che garantiscono un pronto intervento in caso di malfunzionamento del componente e che addirittura ti rimborsano per il periodo in cui l’impianto non ha funzionato oppure ha funzionato male.

Come provare con mano il risparmio ottenibile con un impianto fotovoltaico con batterie?

Inserendo nome, indirizzo mail e l’importo della spesa annua per l’energia elettrica, verrà inviato alla mail indicata, il calcolo personalizzato del risparmio ottenibile in caso di installazione di un impianto fotovoltaico con batterie.

Questo Report di calcolo ti aiuterà a capire come lavora l’azienda, l’impegno e la professionalità che mette nelle cose che fa; potrai renderti conto di cosa significa installare un impianto del genere, toccando con mano il risparmio che si può ottenere sulla bolletta, a cui sommare i vantaggi della detrazione fiscale previsti e i pagamenti che riceverai dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) per l’energia immessa in rete.

|RICEVI ORA IL CALCOLO DEL RISPARMIO IN BOLLETTA CON IL FOTOVOLTAICO, GRATIS|

Eccoti una testimonianza ed un caso studio di ns. clienti soddisfatti:

“La mia bolletta dell’energia elettrica era abbastanza alta e per cercare di ridurla ho provato a sostituire le lampade presenti in casa con quelle a LED; tuttavia il risparmio conseguito è stato veramente troppo esiguo. Un giorno, mentre ero in macchina, sono rimasto colpito da un cartellone pubblicitario della Simac, che proponeva il fotovoltaico a costo zero. Così l’ho subito contattata per avere maggiori info sulla loro proposta; il primo impatto con la Simac è stato abbastanza buono in termini di spiegazione del funzionamento del fotovoltaico e di illustrazione della proposta. Avevo sicuramente qualche dubbio, in quanto all’epoca (6 anni fa) si conosceva poco del fotovoltaico, ma poi grazie alla serietà e competenza della Simac ed alla chiarezza e trasparenza sui costi/benefici del fotovoltaico, abbiamo realizzato un impianto fotovoltaico da 3 kWp ed ottenuto un risparmio in bolletta in media del 45%.”

Sig. Vitagliano Renato
Caso Studio Iglio Gaetano:

Il cliente presentava dei consumi non troppo alti e con una bolletta in media sui 130 euro mensili. I consumi erano equamente suddivisi tra le 3 fasce di rilevazione (F1, F2 ed F3).

Il cliente ha provato soltanto a cambiare gestore dell’energia, passato da ENEL a NWG ENERGIA, ma i costi sono rimasti gli stessi, anzi ha constatato un aumento del costo al kW dell’energia.

Analizzando i consumi del cliente che risultavano distribuiti in modo equo nelle 3 fasce, la migliore soluzione è stata quella di installare sia il fotovoltaico che l’accumulo, in quanto consente di massimizzare l’autoconsumo e quindi il risparmio in bolletta.

Il risultato è stato il conseguimento nei primi mesi dell’impianto di un risparmio in bolletta di almeno il 60%. Con l’allungamento delle giornate da Aprile in poi, l’autoconsumo ed il risparmio stanno aumentando sempre di più, raggiungendo la percentuale dell’80%; in alcuni giorni addirittura superiamo il 90%.

==> Clicca qui per RICEVERE GRATIS IL CALCOLO DEL RISPARMIO IN BOLLETTA CON IL FOTOVOLTAICO.

A presto,
Rino Massaro