Finalmente il segreto scoperto da alcuni studenti di ingegneria con poco tempo per pranzare e la necessità di tornare subito pronti per riprendere lo studio.

Questo piccolo segreto ti permetterà di avere più tempo per divertirti con amici e moroso/a. Eliminerai il problema delle lunghe perdite di tempo durante e appena dopo pranzo senza più avere l’abbiocco in meno di 30 minuti! 

Ti è mai capitato di avere una sola ora di pausa dalle lezioni e di dover correre subito dopo pranzo a quell’ora fondamentale ed irrinunciabile per passare l’esame?

Ti rechi alla mensa ed immancabilmente è l’orario in cui confluiscono tutti, ingegneri ed infermieri, tutti belli in fila quasi fin fuori dalla mensa. 10 minuti li hai già persi per arrivare lì, non puoi perderne altri 30 per poi ingurgitare di corsa quel cibo – francamente non il massimo della leggerezza e della freschezza – e tornare in aula in men che non si dica.

Ok, idea!

Piadina o ristorante! Quella piadineria lì lo sai che è sempre piena, e poi a quell’ora ti fanno sempre la piada alla veloce e poco farcita. Scegli la pizzeria-ristorante. Ci vai di corsa perché hai già perso tempo. Arrivi. Coda. Ormai aspetti, non hai tempo di fare altro, decidi per il self-service perché più veloce della pizza, le porzioni sono misere ma ti accontenti.

Fai tutto di corsa, non prendi neanche il caffè e torni all’aula ma neanche il quarto d’ora accademico ti ha salvato. La lezione è iniziata, e anche il tuo stomaco ha iniziato a macinare a mille per digerire ciò che hai mangiato e il tuo occhio si fa talmente pesante che vorresti solo appoggiare la testa sul banco.

Le hai provate tutte, posti diversi, spostamenti di corsa, eviti la pasta o cibi grassi ma sia che torni a lezione, sia che tu voglia metterti a studiare avresti bisogno di molto più tempo per tornare operativo. Ecco, ora immagina per un secondo di riavvolgere il film di questa situazione impossibile e avere a tua disposizione:

  • Un posto vicino all’università dove evitare di perdere tempo con la coda (e anzi poter ordinare in anticipo) per ottimizzare i tempi e trovarla pronta proprio quando arrivi;
  • Un posto che utilizza solo materie prime genuine, leggere e nutrienti che ti libera dal fardello dell’infinito abbiocco quotidiano;
  • Un posto creato dagli studenti per gli studenti dove puoi veramente staccare un attimo la spina mangiando con calma su sedie vere e in un ambiente allegro e senza caos.

E’ proprio pranzando dove puoi evitare le code, mangiare leggero e nutriente e staccare un attimo la spina che puoi rendere al massimo per tutto il pomeriggio, studiare alla grande ed essere libero di andarti a divertire senza rimorsi la sera.

Nel concreto hai poco tempo e quindi ci mandi la tua richiesta, anche direttamente da lezione su whatsapp. Ci dici cosa vuoi e se vuoi trovarla pronta o preferisci che te la portiamo direttamente in università. Poi basta che ti godi la tua piadina e in meno di mezz’ora sei bello carico per tornare a studiare.

Ecco il segreto scoperto da Alice, Antonio e Luca, futuri ingegneri divisi tra lo studio e le loro attività sportive.

Alice, Antonio e Luca sono al terzo anno di ingegneria. Una cosa che li accomuna è anche la passione per i rispettivi sport ma tutti e tre avevano il grosso problema di non starci dietro.

Terzo anno, alcuni esami da recuperare per stare in pari, inizio della tesi – che facevano assieme – periodo intenso di lezioni.

Insomma tempo per studiare o fare una pausa durante il giorno davvero limitato.

Poi loro erano fortunati, a turno uscivano qualche minuto prima dalla lezione per tenere il posto in fila e risparmiare un po’ di coda, oppure se uno non c’era qualcun altro avrebbe preso gli appunti comunque. E nonostante tutto ciò poter andare la sera ai loro allenamenti era un’impresa titanica, avevano sempre da studiare!

Sai qual era il vero problema?

Pranzavano e tornavano a lezione o si mettevano sui libri ma quel furbo di Morfeo se li portava nel mondo dei sogni. Come mi han detto loro, “fino a metà pomeriggio almeno sembravamo tre ebeti, occhi persi e bavetta incontrollata alla bocca”.

Senza una valvola di sfogo, senza un po’ di necessario relax e divertimento, erano sempre più stanchi e facevano una fatica sempre maggiore a studiare. Avere il tempo per riprendere gli allenamenti sembrava un miraggio davvero lontano.

Quindi lanciammo loro una sfida. Li avremmo di nuovo resi liberi di scegliere di andare a fare i loro allenamenti contenti di aver studiato bene durante il giorno senza perdere tempo.

E prima una piadina, poi una piadizza, poi questa e poi quell’altra ora ci tocca anche andare a vederli giocare qualche volta nonostante siano perfettamente in pari con gli esami.

Come è stato possibile tutto questo?

Semplicemente hanno provato.

Gli abbiamo portato le piadine in università per fargli provare anche il servizio a domicilio, le hanno provate e hanno potuto testare come gli ingredienti leggeri e nutrienti permettano loro di tornare allo studio belli carichi in poco tempo senza avere nessun vuoto allo stomaco durante il pomeriggio.

Tempo sottratto all’abbiocco, tempo guadagnato per i loro sport!

Piacerebbe anche a te eliminare i tempi morti ed improduttivi durante e dopo il pranzo e studiare così bene da poter andare a rilassarti e divertirti senza rimorsi a fine giornata?

Scegli Mammalena Genuine Food, la piadina leggera e nutriente che previene l’abbiocco.

Mammalena Genuine Food, ha riservato per te un’offerta speciale. Per avere tutte le informazioni, vai su http://www.mammalenabs.it/informazioni.

 

Sono Ludrik Shkembi, General Manager di Mammalena Genuine Food Brescia.

Come te ho studiato all’Università di Brescia. Fin dal primo anno ho avuto il problema di evitare di perdere tempo. Lavoravo per mantenermi gli studi e volevo avere anche del tempo per divertirmi, a 20 anni non si può solo studiare! Il momento della giornata in cui perdevo più tempo era a pranzo. Perdevo una marea di tempo tra code e abbiocco successivo e fino a metà pomeriggio non riuscivo a fare nulla. Ecco perché ho cercato di porre rimedio con una soluzione creata da uno studente per gli studenti.